Home / PEARS: Rapporto Ambientale

Piano Energetico Ambientale della Regione Sardegna

FacebookLinkedInTwitterGoogle+Email

Contesto

In coerenza con i disposti della Direttiva 2001/42/CE, come recepita dalla parte seconda del D.lgs. 3 aprile 2006, n. 152 e, a livello della Regione Sardegna, dalla D.G.R. n. 34/33 del 7 agosto 2013, il Rapporto Ambientale, redatto nell’ambito del processo di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) del Piano Energetico, si è posto l’obiettivo di documentare opportunamente l’integrazione delle considerazioni ambientali, nell’ambito della definizione delle scelte strategiche intraprese dal PEARS. Il documento rappresenta, in definitiva, lo strumento fondamentale per la consultazione delle Autorità con competenza ambientale, chiamate ad esprimere il proprio parere sulla proposta di Piano relativamente ai suoi possibili effetti sull’ambiente, nonché per la partecipazione del pubblico, invitato a fornire osservazioni e contributi.

Attività

I.A.T. Consulenza e Progetti ha fatto parte del gruppo di lavoro incaricato della predisposizione del nuovo Piano Energetico Ambientale della Regione Sardegna (PEARS), svolgendo assistenza specialistica in materia di analisi ambientale finalizzata ad assicurare la rispondenza del documento di Piano agli obiettivi generali sanciti dalla normativa sulla Valutazione Ambientale Strategica (VAS). Tale attività si è estrinsecata, nel 2013, attraverso l’elaborazione del Rapporto Ambientale e nello Studio di Valutazione di Incidenza che accompagnano il Piano Energetico.

Per le finalità più sopra espresse, nel Rapporto Ambientale si è proceduto, tra l’altro:

  • ad un’analisi di coerenza degli obiettivi strategici del PEARS in rapporto agli indirizzi di altri Piani o Programmi aventi rilevanza ai fini ambientali;
  • alla definizione degli obiettivi di protezione ambientale stabiliti a livello internazionale, comunitario o statale pertinenti, ed all’illustrazione di come tali obiettivi siano stati considerati nella predisposizione del Piano;
  • alla disamina dei contributi e delle osservazioni pervenute durante la fase di Scoping ed all’illustrazione delle modalità di recepimento nel PEARS;
  • alla sintetica ricostruzione dello stato attuale dell’ambiente a livello regionale ed alla messa in luce delle potenziali situazioni di criticità ambientale, aventi rilevanza ai fini dell’attuazione del PEARS;
  • all’individuazione dei possibili effetti significativi sull’ambiente, con particolare riferimento agli effetti su aspetti quali: la popolazione e la salute umana, la flora e la fauna e la biodiversità, il suolo, l’acqua, l’aria, i fattori climatici, i beni materiali, il patrimonio culturale, architettonico o archeologico ed il paesaggio;
  • alla definizione delle misure previste per impedire e ridurre i potenziali effetti negativi significativi sull’ambiente che scaturiscono dall’attuazione del PEARS;
  • alla descrizione delle attività previste per assicurare il monitoraggio del grado di conseguimento degli obiettivi ambientali di Piano e degli effetti del PEARS sull’ambiente.

Con Deliberazione n. 4/3 del 2014 la Giunta Regionale ha provveduto all’adozione del Piano energetico ambientale regionale.

FacebookLinkedInTwitterGoogle+Email
FacebookLinkedInTwitterGoogle+Email
Hanno SCELTO I.A.T.